Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Autoipnosi. Come ritrovare l’equilibrio di mente e corpo

10 March 2017
Ritrovare il proprio equilibrio interiore? Dopo lo yoga e la meditazione prova l'autoipnosi, una tecnica antica per raggiungere il benessere di mente e corpo.
Autoipnosi. Come ritrovare l’equilibrio di mente e corpo

La vita di tutti i giorni ti mette continuamente alla prova. E alla fine per un motivo o per un altro ti ritrovi stressato a fine giornata. La soluzione? Staccare la spina e rilassarsi. Come? Con l’autoipnosi.

Autoipnosi e benessere di mente e corpo

Per stare bene con gli altri dobbiamo stare prima bene con noi stessi. Facile a dirsi ma difficile a farsi. Soprattutto a causa delle continue difficoltà e imprevisti di tutti i giorni. Come ritrovare quindi il proprio equilibrio? Ci sono diversi modi. Lo yoga, la meditazione e l’autoipnosi.

Che cos’è l’autoipnosi
Non pensare a chissà quale trucco. L’autoipnosi è una condizione che l’essere umano conosce già. Ma non usa mai. Consiste in una tecnica antica che permette a un individuo di entrare in uno stato di trance, dove si aliena da ciò che lo circonda e si focalizza su stesso, per ritrovare il proprio equilibrio. Quello di cui hai bisogno è un angolino in casa tranquillo e niente altro.

Una seduta di autoipnosi

Ma in che cosa consiste una seduta di autoipnosi? Noi di menshealth.it abbiamo partecipato a una seduta. Ecco com’è andata.

L’esperienza
Per conoscere meglio l’autoipnosi abbiamo partecipato a una seduta di gruppo, dove la voce di una psicologa e psicoterapeuta ci guidava su come comportarci. Si può dividere la seduta in 4 fasi.

  • Fase 1. Scegliere il posto giusto. Se si vuole iniziare una seduta la scelta del posto è fondamentale. Deve essere tranquillo, in modo da facilitare il distacco da ciò che sta intorno. Se possibile, spegnendo le luci.
  • Fase 2. Rilassarsi. Stare in piedi, assumere la posizione della meditazione, stare sdraiati o seduti. Qual è la posizione giusta? Il consiglio è trovare un posto comodo dove sedersi. Poi, poco alla volta, rilassare tutti i muscoli. Si inizia dalle gambe e dai piedi, poi si passa alla schiena, alle braccia e poi al collo. Con tutti i muscoli distesi si può iniziare la fase più importante. Il distacco mentale.
  • Fase 3. Non pensare a nulla. Facile a dirsi, difficile a farsi. Con tutte le preoccupazioni della vita di tutti i giorni è più difficile non pensare a nulla che pensare a qualcosa. In quel momento ci si rende conto di quali sono le vere preoccupazioni. Perché continueranno a rimbombare nella propria testa. Lo scopo dell’autoipnosi è quello di distaccarsi da ogni pensiero per ritrovare il proprio equilibrio mentale. E di conseguenza anche quello fisico.
  • Fase 4. Fare le domande giuste. Dopo aver concluso la fase di isolamento, è importante capire quali sono i propri problemi. Come? Ponendosi le domande giuste. Non importa quale sia lo scopo della seduta di autoipnosi. L’importante è farsi le domande giuste per trovare il modo migliore per raggiungere il proprio equilibrio.

Il consiglio

L’autoipnosi è un modo molto efficace per assumere il controllo della propria mente, riequilibrando il proprio stato mentale, fisico, emotivo e relazionale. Se vuoi provare anche tu questo metodo di relax, prova a frequentare un corso o delle sedute di gruppo con un esperto. Ti insegneranno le tecniche più appropriate che potrai poi fare comodamente a casa tua. Rilassa il tuo corpo e la tua mente, migliora la tua vita. E allora perché non provare?

© RIPRODUZIONE RISERVATA