Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

LEI TI PARLA, TU FAI COSÌ

18 ottobre 2012
Meno parole, più relax: 4 tattiche per simulare attenzione e non farti trascinare dalla tua partner in una (inutile) discussione
LEI TI PARLA, TU FAI COSÌ

LEI TI PARLA, TU FAI COSÌ

a cura di Elisabetta Rossini ed Elena Urso (Studio di Consulenza Pedagogica)Lo sai da un bel pezzo: lei è diversa da te, soprattutto nel modo di comunicare. Quello che forse non sai, è che la donna parla per alleviare lo stress e così stimola la produzione di ossitocina (l'ormone dell'amore), mentre al contrario l'uomo vede aumentare i suoi livelli di stress quando è costretto ad ascoltare la partner... Come uscirne? Mettendoti in assetto da ascolto (il che significa spegnere la Tv e guardarla negli occhi) e poi mettendo in atto le tattiche evidenziate qui sotto per riuscire almeno a sembrare interessato a quello che lei ha da dirti. Facendoti forza con questa certezza: una donna ascoltata è una donna ben disposta verso il mondo. Anche verso di te.

Hai bisogno di una dritta in più?

Clicca qui ed entra nel forum per porre la tua domanda alle psicopedagogiste autrici di questo post.

Tattica n°1: ascolta (e basta)

Dopo la fatidica frase "devo parlarti", lei non ti chiede di dialogare, ma di ascoltare ciò che lei ha da dire. Evita allora qualsiasi parere e men che meno qualsiasi consiglio, a meno che non sia lei a richiedertelo esplicitamente. Ascoltare e basta è un'ottima tattica di attesa, che evita di farti imboccare un sentiero minato. Dopo di che passa alle tattiche successive...

Tattica n°2: pensa al volo un paio di domande

A seconda dell'argomento, pensa velocemente a un paio di domande che "dimostrano" il tuo interesse per quello che lei ha da dirti, dando impulso alla conversazione senza che tu debba esporti con un'opinione personale (vedi sopra). Ad esempio, se parla del lavoro, chiedile come va con la collega che proprio non sopporta (trucco in più: memorizzane in precedenza il nome, così guadagnerai punti dando l'impressione che ricordi tutto quello che ti racconta).

Tattica n°3: divaga ma in modo mirato

Sei ormai allo stremo dell'attenzione per lo scarso interesse dell'argomento da lei sollevato o per il tempo da cui ti sta parlando? Spezza il flusso di parole con una divagazione mirata: a lei, come a tutte le donne, piace sicuramente dare pareri sulle questioni altrui. Sfrutta allora la minima pertinenza rispetto a quello che sta dicendo e falle una domanda mirata, dopo di che dimostrati convinto dalla validità della sua idea e... augurati che la mossa la distolga una volta per tutte dalla per te poco appassionante discussione precedente.

Tattica n°4: gioca d'anticipo

Mercoledì sera non vuoi proprio rischiare di ritrovarti invischiato in una conversazione-fiume durante la partita di Coppa, ma scommetteresti su quell'eventualità più che sulla vittoria della tua squadra del cuore? Il martedì sera portala fuori o organizza una cenetta a due in casa: dalle attenzione prima, così lei non te la chiederà proprio durante il match.

© RIPRODUZIONE RISERVATA